Hai usato l’IA per Scrivere la Tesi di Laurea?

i Software AntiPlagio Scoprono subito se hai usato ChatGPT nella Tesi

La tua università considera le Intelligenze Artificiali come Plagio e possono annullare la tua Laurea.

Quando Open AI ha rilasciato Chat GPT nel 2022 molti studenti hanno iniziato a usarlo per farsi aiutare a scrivere la tesi, ma naturalmente le università sanno bene di questa possibilità e stanno facendo di tutto per arginare il problema.

Ogni ateneo italiano già dispone di Software Antiplagio professionali, nati in origine per scoprire chi copiava la tesi.

Oggi con gli ultimi aggiornamenti alcuni di questi programmi sono anche in grado di scoprire se hai usato ChatGPT o altre Intelligenze Artificiali per scrivere tutta o parte della tesi.

Come possiamo leggere dal sito di Compilatio:

“Il motore di rilevamento di Compilatio utilizza un modello linguistico (un’intelligenza artificiale specializzata nell’elaborazione del linguaggio) specificamente formato per determinare se un testo è simile a qualcosa prodotto da un’intelligenza artificiale o da un essere umano.

Questo “motore di rilevamento” riceve testi provenienti da fonti sconosciute e determina, in base alla stile di scrittura, quali sono simili ai testi scritti dagli esseri umani e a quelli scritti dall’intelligenza artificiale.”

immagine

come fanno a scoprire se ho usato chatgpt nella tesi?

A oggi ChatGPT e gli altri ChatBot di Intelligenza Artificiale producono testi con caratteristiche molto simili tra loro (anche se parlano di argomenti diversi) e quindi facilmente identificabili:

  1. Uso di parole poco comuni: usano termini corretti ma non di uso comune nella lingua scritta.
  2. Stile uniforme: mantengono uno stile asettico senza le variazioni che si trovano nei testi umani.
  3. Ripetizioni: puoi trovare facilmente ripetizioni di frasi o contenuti scritti in maniera diversa anche nello stesso paragrafo.
  4. Semplicità o complessità eccessive: possono essere troppo semplici o eccessivamente complessi rispetto a un normale testo scritto da uno studente universitario.

Se vieni scoperto, la tua tesi può essere denunciata per Plagio, proprio come se avessi copiato. Come spiega bene il Prof. Cantoni:

“Quando parliamo di plagio, ci riferiamo abitualmente a un comportamento che presenta due profili problematici: da un lato quello di dichiararsi autori di un testo che non abbiamo prodotto noi, dall’altro quello di violare il diritto del vero autore a che gli venga attribuito il testo stesso. Nel caso di ChatGPT usato per un esame troviamo senz’altro il primo profilo […]”

La scelta migliore è sempre quella di scrivere la tua tesi senza IA: se ormai lo hai già fatto vediamo insieme come non farti sgamare.

quali programmi antiplagio identificano ChatGPT?

Per prima cosa è importante sapere quali software antiplagio siano già in grado di scoprire l’uso delle Intelligenze Artificiali

A oggi i seguenti sono gli unici programmi in grado di identificare un testo scritto da ChatGPT o altra IA:

Terremo sempre aggiornato questo elenco con tutti i programmi antiplagio che in futuro aggiungeranno la verifica delle IA, così che tu possa sapere con certezza a quali software devi fare attenzione.

Tieni conto che i software antiplagio si evolvono di continuo e presto TUTTI quelli usati dalle università saranno in grado di scoprire se hai usato l’IA nella tesi.

Lo stesso ChatGPT ha provato a mettere a disposizione un Tool per scoprire se un testo era stato scritto con la sua IA, ma Open AI lo ha presto rimosso per bassa percentuale di affidabilità.

Nei prossimi mesi potrebbero nuovamente aprire al pubblico questa funzione, molto più precisa e facilmente usabile dal tuo professore.

Il prossimo passo è naturalmente sapere se la tua università usa uno di questi programmi che scoprono l’uso di ChatGPT.

immagine

Verifica se la tua università usa uno di questi programmi antiplagio

In questa tabella puoi trovare l’elenco di tutte le principali università italiane con il nome del programma antiplagio usato dai tuoi professori. Se il tuo ateneo usa uno dei programmi nell’elenco qui sopra, allora quando consegni il file della tesi possono scoprire subito se è stato scritto con l’aiuto di una IA.

WordPress Tables Plugin

La tua università usa un programma antiplagio compatibile con il controllo di ChatGPT?

Controlla prima di loro se la tua tesi rischia di essere segnalata.

Verifica prima del tuo professore se il software trova l’uso della IA nella tua tesi

Se vuoi essere sicuro che il testo della tua tesi non venga segnalato come scritto con l’aiuto di ChatGPT, è importante che tu faccia una verifica prima del tuo professore.

Purtroppo a oggi Compilatio Magister Plus non è disponibile per gli studenti e non puoi quindi usare lo stesso software che verrà usato dalla tua università.

Come fare?

La soluzione è verificare la tesi con un programma compatibile con i risultati di Compilatio Magister Plus: il nostro Plagio Scanner, pensato apposta per aiutare gli studenti a evitare problemi di questo tipo.

Carica la tua tesi nel modulo in questa pagina, calcola il preventivo gratuito per la verifica antiplaigio da Intelligenza Artificiale:

Loader

Calcola da solo il tuo preventivo per la verifica antiplagio.

Carica il tuo file online, senza impegno né registrazione.

Il caricamento è 100% anonimo: non salviamo mai i documenti dei nostri studenti e non hai bisogno di installare nessun programma o app.

Hai altre domande? Mandaci un messaggio per maggiori informazioni.

    Ho letto e accetto i termini della Privacy Policy.

    immagine

    La tua tesi è a rischio Plagio ChatGPT? Ecco come evitare di essere scoperto.

    Se hai paura che i Software Antiplagio possano trovare una alta percentuale di uso ChatGPT nella tua tesi, devi riscrivere molto bene quei capitoli con altre parole per evitare che venga identificato.

    Assicurati sempre di aver compreso l’argomento della tua tesi, in modo che sia per te più facile rielaborare il testo e capire se la IA ha fatto degli errori.

    Ogni studente ha un suo personale stile di scrittura, mentre ChatGPT crea testi con un tono molto simile tra loro. Quando riscrivi il testo della tua tesi, fallo con il tuo stile unico, in modo che non possa essere scambiato per una IA.

    In generale allenati nella parafrasi: non solo ti è utile per nascondere le “prove” dell’uso di una Intelligenza Artificiale, ma anche per imparare a scrivere meglio e più velocemente i capitoli originali della tua tesi.

    Non hai tempo o modo per riscrivere i capitoli della tesi in cui è stato trovato del plagio o testo prodotto da ChatGPT?

    Puoi sempre chiedere aiuto al servizio di riscrittura e rimozione plagio offerto dai professionisti di Team CETU.

    Farsi aiutare da ChatGPT per consigli su argomenti della tesi, bozze del testo o elenchi di attività e processi di analisi sono tutte cose che puoi fare senza problemi. 

    Documenta sempre il tuo procedimento che ha portato alla creazione della tesi, con appunti, libri, siti web e altro materiale che hai letto. In questo modo puoi sempre dimostrare al tuo professore le fonti originali su cui hai sviluppato l’argomento della tua tesi.

    L’importante è che il testo finale sia scritto da una persona reale, in modo che i programmi antiplagio non possano avere dubbi sulla autenticità del documento.

    Se scoprono che hai usato una IA per la tesi ci sono conseguenze gravi

    Ricorda sempre che la tesi di Laurea è un passaggio ufficiale del tuo percorso di studi e ogni università mette in atto conseguenze pratiche e penali se scoprono che hai copiato o usato ChatGPT per la scrittura, ad esempio:

    1) Richiamo verbale o Ammonizione scritta:
    vieni segnalato ufficialmente dalla tua università (ad esempio nella Università Bocconi), come monito o avvertimento prima di ricorrere a conseguenze più pesanti (vedi successive).

    2) Tesi Annullata:
    devi rifare la tesi da capo e quella consegnata precedentemente (in cui è stato trovato del plagio) non è più valida (ad esempio nella Università La Sapienza di Roma).

    3) Sospensione e allontanamento dall’università:
    vieni sospeso dall’università per un certo periodo di tempo (dai 6 mesi ai 7 anni, come per la Università degli Studi di Ferrara) senza possibilità di frequentare, dare esami, partecipare ai tirocini o accedere alle sessioni di Laurea.

    4) Non ammissione alla seduta di Laurea:
    se il plagio viene scoperto prima di completare il procedimento di iscrizione alla seduta di Laurea, non verrai ammesso alla sessione e dovrai prima riconsegnare il tuo elaborato riscritto in originale (ad esempio nella Università per Stranieri di Siena).

    5) Bocciatura alla Laurea:
    se il plagio viene scoperto in qualche modo durante o poco dopo la sessione di Laurea, la commissione può decidere di bocciarti e non farti laureare, anche se hai già finito tutti gli esami e la tua tesi era stata precedentemente accettata in segreteria.

    6) Annullamento della Laurea:
    se il plagio viene scoperto tempo dopo che hai già passato la sessione di Laurea e ricevuto il tuo diploma, questo può comunque essere revocato e annullato.

    Scopri di più sulle conseguenze del plagio nella tesi dal nostro articolo approfondito.

    Dubbi o domande? Fatti aiutare da consulenti esperti nella stesura di tesi di laurea.

    Non rischiare la tua laurea.

    Se non sei sicuro di passare i controlli antiplagio per ChatGPT o altre IA, mandaci un messaggio con le tue domande.

    Saremo felici di aiutarti.

      Ho letto e accetto i termini della Privacy Policy.